Siria, appello urgente 73 ong: oltre 200.000 sfollati allo stremo -5-

Red/Sim

Roma, 16 ott. (askanews) - Alla luce dell'accordo politico recentemente annunciato tra le autorità curde e il governo siriano, le organizzazioni umanitarie del "Syria International NGO Regional Forum" lanciano quindi un appello urgente affinché: venga prima di tutto garantito alle organizzazioni umanitarie di soccorrere la popolazione colpita dal conflitto, assieme alla sicurezza delle infrastrutture idriche e sanitarie, da cui dipende la sopravvivenza della popolazione, delle scuole e dei campi profughi; che tutte le parti in conflitto non prendano di mira civili e operatori umanitari, rispettando il diritto internazionale umanitario, e che cessino immediatamente le ostilità e avviino un dialogo urgente, sostenuto dalla comunità internazionale.

Le ong chiedono ancora che tutte le parti in conflitto e la comunità internazionale garantiscano la libertà di movimento e l'accesso umanitario alla popolazione; che vengano svolte immediate indagini su possibili violazioni del diritto internazionale umanitario, in particolare attacchi illeciti contro civili e infrastrutture civili; che il Consiglio di sicurezza dell'Onu rinnovi urgentemente la risoluzione 2165 per facilitare la fornitura di aiuti umanitari nel nord-est della Siria; e che i governi dei Paesi donatori siano pronti e disponibili a sostenere la risposta umanitaria.