Siria: cinque civili uccisi in un attacco russo vicino Aleppo -2-

Ihr

Roma, 18 gen. (askanews) - Aiutate dall'aviazione russa, le forze di Damasco hanno ripreso nei giorni scorsi i bombardamenti sulla regione di Idlib e nelle vicine province di Aleppo e Latakia, che sono dominate dai jihadisti di Hayat Tahrir al Sham (ex ramo siriano di al Qaida). Sono presenti anche gruppi ribelli. Il regime ha lanciato l'assalto nonostante una tregua mediata da Mosca, alleata di Damasco e Ankara, con il sostegno di alcuni ribelli.

Secondo l'Osdh, le forze aeree russe hanno effettuato attacchi durante la notte in diversi villaggi dell'Ovest di Aleppo e nella vicina provincia di Idlib. Queste incursioni sono state accompagnate da bombardamenti da parte delle forze del regime e combattimenti tra loro e gruppi jihadisti e ribelli.

Stando sempre alla medesima fonte, 28 civili, tra cui otto bambini, sono morti nei bombardamenti dal 15 gennaio, mentre 58 combattenti pro-regime e 67 jihadisti sono morti nei combattimenti. Allo stesso tempo, nove civili sono stati uccisi e 30 feriti da missili lanciati dai jihadisti su dei quartieri della città di Aleppo sotto il controllo del regime.