Siria, Conte: Italia chiede discussione in Ue ferma e risoluta

Gal

Roma, 16 ott. (askanews) - Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo in Aula al Senato in vista del Consiglio europeo del 17 e 18 ottobre, ha sottolineato "l'esigenza di una discussione comune ferma e risoluta da parte dell'Ue che l'Italia ha fortemente voluto con un dibattito in sede Ue".

"L'intervento militare turco in Siria, mettendo a rischio la stabilità e la sicurezza della regione, causando sofferenze a civili e sfollati, ostacolando l'accesso all'assistenza umanitaria, mettendo a rischio il processo politico in corso guidato dall'Onu per la pace in Siria è tristemente simboleggiato dall'uccisione dell'attivista curda Hevrin Khalaf".

Conte ha ricordato che il "governo italiano subito ha bloccato l'export di armi" alla Turchia con la "massima determinazione per evitare ulteriori sofferenze al popolo siriano e curdo e per contrastare la destabilizzazione della regione".