Siria, curdi accusano: con ritiro Usa Nord siriano "zona di guerra"

Coa

Roma, 7 ott. (askanews) - Le forze democratiche siriane a guida curda (SDF) hanno confermato oggi che gli Stati Uniti hanno già iniziato a ritirare le loro truppe dalle aree della Siria lungo il confine con la Turchia, accusando Washington di abbandonare un territorio che sta per diventare una "zona di guerra".

Un filmato trasmesso dall'agenzia di stampa curda Hawar mostra dei veicoli blindati statunitensi mentre lasciano posizioni chiave vicino alle città di Ras al-Ayn e Tal Abyad, nella regione di confine.

Il portavoce della SDF, Mustafa Bali, ha accusato gli Stati Uniti di lasciare l'area che si sta "trasformando in una zona di guerra", ed ha aggiunto che la SDF "difenderà la Siria nord-orientale a tutti i costi".