Siria, Di Maio: con tregua si rischia "ingegneria demografica"

Sim

Roma, 30 ott. (askanews) - L'operazione turca in Siria è "un'aggressione ingiustificata senza alcun fondamento, che tende a realizzare un'opera di ingegneria demografica inaccettabile" e "quando si parla di tregua, bisogna capire che cosa sta succedendo e che cosa si sta dicendo al popolo curdo". Lo ha rimarcato il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, nella sua replica in Senato sulla situazione in Siria.

Per Di Maio, inoltre questa aggressione, "destabilizzando l'area, mette a rischio la sicurezza non solo dell'Italia, ma dell'intera Europa", perchè "il terrorismo non si sconfigge con azioni armate" e in questa situazione "si rischia di liberare i foreign fighter che sono stati combattuti dal popolo curdo".(Segue)