Siria, Di Maio: Turchia è la sola responsabile dell'escalation -3-

Coa

Roma, 15 ott. (askanews) - Il Consiglio, ha ricordato il capo della diplomazia italiana, ha sollecitato la Turchia a "un'immediata cessazione delle operazioni militari"; espresso una "ferma condanna" di Ankara per l'azione intrapresa e le "sue gravi conseguenze sotto il profilo umanitario", sottolineando i pericoli che essa rischia di generare anche sotto il profilo regionale".

Il Consiglio ha inoltre ribadito che "non esiste una soluzione militare alla crisi siriana, che deve perseguita esclusivamente attraverso le vie diplomatiche e con il pieno rispetto del diritto umanitario"; ha invocato "una ferma presa di posizione da parte della comunità internazionale, in particolare del Consiglio di Sicurezza dell'Onu per fermare questa azione militare unilaterale". Ed "ha ribadito il rifiuto di qualsiasi assistenza da parte dell'Unione europea in ottica di stabilizzazione e sviluppo in quelle aree in Siria in cui si registrano violazioni dei diritti della popolazione civile", ha ricordato Di Maio.