Siria, Di Maio: valutiamo contratti in essere per armi a Turchia

Roma, 15 ott. (askanews) - Condanna dell'attacco della Turchia in Siria e blocco dell'export delle armi verso Ankara. In una informativa alla Camera il ministro degli Esteri, Luigi di Maio, ha espresso la linea del governo italiano sull'operazione militare turca nel Nord della Siria. "Con la Turchia - ha dichiarato - siamo legati da vincoli dell'Alleanza atlantica ma di fronte ad azioni unilaterali l'Italia deve condannare immediatemente l'avvio dell'operazione militare"

Di Maio ha poi affrontato il tema delle armi esportate verso la Turchia. Al consiglio europeo si è parlato di un eventuale blocco a livello dell'Unione. "Vi comunico inoltre di aver dato immediate disposizioni per l'apertura di un'istruttoria per i contratti in essere sugli armamenti alla Turchia. Il blocco è una decisione che assuminamo come singoli Stati perché vogliamo perseguire il carattere di immediatezza visto che la pianifucazione di un embargo europeo avrebbe richiesto mesi. L'Italia non ritiene accettabile l'azione della Turchia".