Siria, Di Stefano: "Europa deve essere durissima con Erdogan"

Dmo/Red

Roma, 11 ott. (askanews) - "Non amo i giri di parole e l'ipocrisia. L'Europa deve essere durissima in questo caso. Erdogan sa benissimo che grazie all'interesse diretto della Germania, l'Europa accordò 6 anni fa due tranche di quasi 6 miliardi di euro in tutto per tenersi i profughi", ha detto il Sottosegretario agli Affari Esteri Manlio Di Stefano (M5S) ai microfoni della trasmissione "L'Italia s'è desta", condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell'Università Niccolò Cusano.

"Noi criticammo quella mossa all'epoca perché significava mettersi sotto ricatto da soli. Adesso la Turchia dice di essere rimasta sola sui profughi e addirittura fa un'offensiva in maniera unilaterale in Siria. Noi abbiamo richiamato l'ambasciatore e non finisce qui. Già lunedì Di Maio sarà al Consiglio UE e porterà sul tavolo la questione. Non è più una questione di interesse nazionale dell'Italia. La tematica deve essere portata a livello di UE e di Nazioni Unite. E' l'UE che deve scegliere se fare un embargo delle armi, se mettere dazi economici". (Segue)