Siria, Erdogan dice no al cessate il fuoco chiesto dagli Usa

Roma, 16 ott. (askanews) - Il governo di Ankara "non dichiarerà mai il cessate il fuoco" nel Nord-Est della Siria: lo ha assicurato, durante un volo di ritorno dall'Azerbaigian, il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, respingendo la proposta di mediazione lanciata dagli Usa.

Parlando con i giornalisti alla Casa Bianca, il presidente americano Donald Trump aveva annunciato la visita in Turchia del vice-presidente Mike Pompeo e segretario di Stato Usa Pompeo per fare pressione su Ankara affinché dichiari il cessate il fuoco.

A prendersi la scena sul conflitto in Siria, invece, è il presidente russo Vladimir Putin, che in un colloquio telefonico ha invitato Erdogan in Russia "nei prossimi giorni". Secondo, il Cremlino i due leader hanno sottolineato "la necessità di prevenire un conflitto tra unità turche e siriane" nella Siria settentrionale, dove Ankara ha lanciato l'offensiva militare.