Siria, Fassino: Ue e Nato non restino inerti e fermino la Turchia

Pol/Vep

Roma, 9 ott. (askanews) - "L'offensiva lanciata oggi dalla Turchia nel Nord della Siria contro i curdi è un ulteriore drammatico aggravamento della guerra che da 10 anni sconvolge la Siria". Lo ha dichiarato Piero Fassino, vice-presidente della Commissione Esteri della Camera dei Deputati.

"Un'offensiva - continua - tanto più ingiustificata perché rivolta contro i curdi che hanno avuto un ruolo determinante nello sconfiggere l'Isis e il suo terrorismo. La Nato, di cui la Turchia è membro, e la Ue, di cui Ankara è paese associato, non possono restare inerti". "L'Italia chieda la convocazione immediata dei ministri degli esteri europei e degli organi della Nato perché siano prese tutte le misure necessarie a fermare la Turchia", conclude.