Siria, Iran mette in guardia la Turchia e avvia manovre militari -2-

Fth

Roma, 9 ott. (askanews) - "La preoccupazione della Turchia per i suoi confini meridionali è legittima. Crediamo che dobbiamo prendere la strada giusta per risolvere le nostre preoccupazioni", ha detto Hassan Rohani citato dall'agenzia ufficiale Irna. "Le truppe americane devono lasciare la regione, (...) i curdi della Siria (...) devono sostenere l'esercito siriano", ha detto il presidente iraniano, alleato del regime di Damasco.

L'esercito iraniano ha iniziato le esercitazioni nel nord-ovest del paese, al confine con la Turchia, mentre le truppe di Ankara si preparano a lanciare un'offensiva nella Siria nord-orientale, secondo quanto riportato dall'agenzia ISNA. Questa operazione, che non era stata oggetto di un annuncio precedente, coinvolge unità di pronto intervento, brigate ed elicotteri dell'esercito, come afferma l'ISNA.