Siria, Iran offre mediazione tra curdi siriani e Turchia

Coa

Roma, 12 ott. (askanews) - La Repubblica islamica d'Iran ha proposto oggi la sua mediazione per una soluzione del conflitto in Siria tra le mizilie curde e l'esercito di Ankara, impegnando i curdi siriani, la Turchia e il governo di Damasco in colloqui per stabilire la sicurezza lungo il confine turco-siriano.

Nell'avanzare la sua offerta di mediazione, il ministro degli Esteri iraniano Mohammad Javad Zarif ha fatto riferimento a un accordo per la sicurezza di 21 anni fa che impone a Damasco di non concedere più riparo ai militanti del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) impegnati in un'insurrezione contro la Turchia.

"L'accordo di Adana tra Turchia e Siria - ancora valido - può essere la strada migliore per raggiungere la sicurezza", ha affermato Zarif. "L'Iran può aiutare a riunire i curdi siriani, il governo siriano e la Turchia in modo che l'esercito siriano insieme alla Turchia possa proteggere il confine", ha detto il ministro in un tweet.