Siria, Isis rivendica attacco suicida a Raqqa controllata da curdi

Fth

Roma, 9 ott. (askanews) - Il gruppo dello Stato Islamico (Isis) ha rivendicato oggi un attacco suicida a Raqqa, ex capitale del Califfato nero nel nord della Siria, ora controllata dalle forze curde siriane sostenute da Washignton fino a due giorni fa, da quando il presidente Usa Donald Trump ha annunciato il ritiro delle forze americane dal Paese. Lo riferisce l'Osservatorio siriano per i diritti umani, una ong che conta su una estesa rete di attivisti in tutto il Paese.

L'attacco arriva in un momento in cui le forze curde sono minacciate da un'offensiva della vicina Turchia annunciata subito dopo l'annuncio del ritiro Usa. Le autorità semi-autonome curde hanno avvertito che un'operazione del genere ad Ankara spianerebbe la strada a una rinascita jihadisti. (Segue)