Siria, leader forze curde: "Pronti a dialogo con Turchia" -3-

Fth

Roma, 23 gen. (askanews) - Quindi riferendosi all'alleato statunitense presente con truppe nel nord-est siriano ha detto: "Non diciamo, come ha fatto (il presidente Usa Donald) Trump, che l'America rimarrà qui per centinaia di anni, o che dovrebbe rimanere per difenderci dagli attacchi delle altre forze ... ma gli Stati Uniti hanno una responsabilità nei nostri confronti".

"Noi e gli Stati Uniti abbiamo combattuto insieme e fatto molti nemici a causa della nostra partnership con gli Stati Uniti ... per esempio, prima che arrivassero gli americani avevamo rapporti con la Turchia. Gli Stati Uniti ora hanno la responsabilità di aiutare a garantire una soluzione politica giusta", ha concluso il leader di SDF.