Siria, M5s: Nato-Onu fermino Turchia,stop forniture armi italiane

Pol/Vep

Roma, 9 ott. (askanews) - "Non ci sono parole per esprimere la nostra angoscia e la nostra preoccupazione per l'aggressione militare turca contro i curdi in Siria, che rappresenta una gravissima violazione del diritto internazionale contro la quale è doveroso si esprimano con riunioni urgenti sia la NATO, di cui la Turchia è membro, sia il Consiglio di Sicurezza dell'ONU. Nel rispetto della legge 185 del 1990 che vieta la vendita di armi italiane a Paesi in guerra, della Posizione comune europea del 2008 e del Trattato ONU sul commercio di armi (ATT) sottoscritto dall'Italia nel 2013, se la Turchia non fermerà subito l'invasione chiediamo l'immediata sospensione delle forniture militari italiane alla Turchia, terzo Paese di destinazione del nostro export bellico con 362 milioni di autorizzazioni concesse lo scorso anno". Lo dichiarano i senatori M5S della Commissione Esteri di Palazzo Madama.