Siria, M5s: preoccupati per situazione Kurdistan

Pol/Vlm

Roma, 8 ott. (askanews) - "La minaccia di intervento militare turco nel Kurdistan siriano rappresenta un pericolo che non può lasciarci indifferenti. Il popolo curdo si è opposto in maniera attiva al terrorismo di Daesh ed è preoccupante che si metta così in discussione una relativa stabilità che quella terra ha riguadagnato con fatica dopo un periodo sanguinoso". Così in una nota i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Esteri alla Camera.

"Dobbiamo assicurare la nostra attenzione a un popolo come quello curdo che ha importanti specificità culturali, storiche e politiche. Abbiamo da tempo manifestato la nostra sensibilità per queste peculiarità ed è per questo che avevamo programmato già da tempo l'audizione dei rappresentanti della regione del Rojava (Kurdistan siriano) in commissione Esteri alla Camera", continuano i deputati.

"Sentire dalla loro voce le difficoltà che quotidianamente affrontano in quei territori e la loro legittima paura della guerra ci convince dell'importante ruolo che l'Europa deve svolgere per garantire la stabilità di quel Paese e di quel popolo che ha subito negli ultimi anni enormi perdite umane e materiali", aggiungono i deputati.

"Le soluzioni praticabili per il conflitto siriano non risiedono in forzature militari, ma in una transizione politica che rispetti le risoluzioni del Consiglio di sicurezza. A livello di Unione europea siamo chiamati a un impegno per l'integrità e la sovranità territoriale dello Stato siriano", concludono i deputati pentastellati.