Siria, M5s: ritiro soldati necessario per sicurezza militari

Pol-Afe

Roma, 13 nov. (askanews) - "La risoluzione approvata stamattina all'unanimità in commissione Difesa alla Camera è un importante segnale che va nella direzione di garantire la sicurezza della nostra presenza militare all'estero. Nello specifico, abbiamo impegnato il governo a procedere al ritiro dei nostri 136 soldati che si trovano al momento al confine siriano, sconvolto in questo ultimo periodo dall'offensiva militare turca nel Nord Est della Siria e per i quali non sussistono le condizioni di protezione da parte della Nato. Il ministro degli Esteri Di Maio si era già espresso sull'opportunità di adottare iniziative in questo senso". Così in una nota i deputati del Movimento 5 Stelle in commissione Difesa alla Camera.

"Anche in questa occasione, la commissione Difesa ha fermamente condannato l'attività militare turca in Siria. Come abbiamo avuto modo di ribadire, in quell'area dall'equilibrio così difficile è necessario evitare prese di posizione e iniziative unilaterali che mettono a rischio un processo di pacificazione difficile avvenuto a seguito della lotta, condotta proprio in quelle zone, al terrorismo", concludono i deputati.