Siria, Medici senza frontiere avvia attività al confine con Iraq -2-

Red/Sim

Roma, 21 ott. (askanews) - "Dopo l'inizio dei combattimenti in Siria nord-orientale, abbiamo subito valutato diverse località lungo il confine con l'Iraq, tra cui siti di accoglienza e campi dove abbiamo saputo che sarebbero stati ospitati i rifugiati. In questi casi valutiamo le infrastrutture dei siti e i servizi disponibili, e ci coordiniamo con altri attori e autorità locali per definire e implementare il più rapidamente possibile le attività più importanti per le persone in arrivo", ha dichiarato Marius Martinelli, coordinatore di MSF nell'area.

Attualmente le équipe di MSF gestiscono due cliniche mobili che forniscono cure mediche di base, primo soccorso psicologico e screening nutrizionali e si stanno preparando per un possibile aumento delle persone in arrivo. (Segue)