Siria, Mosca: "Esperti militari" russi e turchi morti a Idlib

Coa

Roma, 6 feb. (askanews) - "Esperti militari" russi e turchi sono morti nelle ultime due settimane di gennaio in Siria, a seguito di "oltre 1.000 attacchi" compiuti da terroristi "nella zona di de-escalation di Idlib": lo ha annunciato oggi la diplomazia di Mosca.

In una dichiarazione, il ministero degli Esteri ha spiegato che i soldati russi e turchi avevano tentato in diverse occasioni a metà gennaio di instaurare la calma nella zona di de-escalation di Idlib ma che, in risposta, "i terroristi non hanno ridotto le loro attività ma al contrario hanno aumentato i loro attacchi".

"Nelle ultime due settimane di gennaio, sono stati registrati più di 1.000 attacchi... Il numero di morti e feriti tra le truppe siriane e i civili al di fuori della zona di de-escalation è di centinaia. Esperti militari russi e turchi sono morti tragicamente", ha spiegato il ministero.