Siria, MSF: inverno in condizioni estreme per milioni di sfollati -5-

Red/Fco

Roma, 14 gen. (askanews) - Più a ovest, nel distretto di Harem, una zona montuosa della parte settentrionale di Idlib, il 7 gennaio una équipe di MSF ha distribuito beni di prima necessità per affrontare l'inverno a 52 famiglie appena arrivate. Erano fuggite da un campo di sfollati vicino al fronte e per alcune questa è la terza o quarta fuga per salvarsi la vita. "Con oltre un milione di sfollati già presenti nell'area, la mancanza di un rifugio e la quasi totale dipendenza dall'assistenza sono questioni critiche" afferma Cristian Reynders, coordinatore di MSF per la parte settentrionale di Idlib. "A volte non c'è spazio disponibile per le famiglie appena arrivate nei campi ufficiali, in altri campi viene chiesto di portare la propria tenda o un riparo. Ci sono organizzazioni che lavorano per risolvere questa situazione, ma per il momento è un grande problema. Inoltre, ci sono pochissime opportunità di lavorare per guadagnare qualcosa e l'inflazione dei prezzi nei mercati alimentari è elevata. La gente così si indebita senza alcuna speranza di poter rimborsare il prestito e nel tempo diventano interamente dipendenti dagli aiuti".(Segue)