Siria, MSF: inverno in condizioni estreme per milioni di sfollati

Red/Fco

Roma, 14 gen. (askanews) - Intense offensive militari da parte del governo siriano e dei suoi alleati nel sud di Idlib, con bombardamenti sia terrestri che aerei e offensive di terra, hanno provocato una nuova fuga di massa dalle zone di guerra. Lo denuncia in una nota Medici senza frontiere.

La parte settentrionale di Idlib, vicina al confine turco, ospita già un milione e mezzo circa di persone vulnerabili e, secondo le Nazioni Unite, dal 1 dicembre dello scorso anno, altre 300mila sono fuggite dalle loro case, principalmente verso il sud della provincia di Idlib. Sono persone spaventate, sradicate dalla loro terra e vulnerabili. Il sovraffollamento, le scarse possibilità di trovare un rifugio, le rigide temperature invernali in una zona di montagna e una risposta umanitaria al limite della capacità, rendono la loro situazione particolarmente difficile. (Segue)