Siria, Msf: La situazione a Idlib peggiora drammaticamente -2-

Mgi/red

Roma, 6 ago. (askanews) - L'offensiva militare è stata lanciata dalle forze del governo siriano e dei suoi alleati alla fine di aprile nei governatorati di Idlib meridionale e Hama settentrionale, che si trovano in una "zona di distensione". Infrastrutture civili, come strutture mediche, scuole, mercati e campi sfollati, sono state colpite e danneggiate. Un ospedale supportato da MSF è stato danneggiato da un bombardamento e altre strutture supportate hanno dovuto più volte interrompere i propri servizi nelle ultime settimane per il timore di essere colpiti.

"I pazienti, i loro familiari e il personale dell'ospedale sono psicologicamente distrutti" dichiara il direttore di un ospedale nell'area. "Quando gli aerei sorvolano l'edificio sono molto spaventati, alcuni scappano dalla struttura per paura di essere colpiti. Spesso dobbiamo evacuare l'ospedale nel timore che potrebbe accaderci qualcosa. Ci sono giorni in cui dobbiamo ripararci più volte nella stanza di sicurezza per via degli aerei. Ma anche quando dobbiamo interrompere il nostro lavoro, facciamo tutto il possibile per tenere aperto il pronto soccorso. Alcuni ospedali della zona assistono decine di migliaia di persone e dobbiamo essere lì per loro, nel caso accada qualcosa". (Segue)