Siria, Msf: ospedali colpiti quasi ogni giorno a Idlib -4-

Red/Coa

Roma, 4 feb. (askanews) - "Siamo completamente sopraffatti dal numero di pazienti che sarebbero stati curati in quegli ospedali e che ora dobbiamo assistere noi. Lo staff dell'ospedale è sotto pressione sia fisica che psicologica. Lavoriamo senza sosta, anche fino a notte fonda, per operare e curare tutte le persone che arrivano e vediamo le nostre scorte diminuire drasticamente, senza sapere quando o addirittura se riusciremo ad averne di più. Come se non bastasse, operiamo nella paura costante di essere i prossimi ad essere colpiti".

Msf ha allestito uno stock medico d'emergenza in grado di coprire 50 interventi chirurgici, 300 casi d'urgenza e mille visite mediche nelle prossime settimane per supportare i bisogni di altre strutture sanitarie. Nel frattempo, MSF continua le missioni esplorative nell'area settentrionale di Idlib, dove decine di migliaia di persone vivono in condizioni terribili.(Segue)