Siria, offensiva militare a nord di Damasco: morti 3 bambini a Qaboun

Siria, offensiva militare a nord di Damasco: morti 3 bambini a Qaboun

Beirut (Libano), 22 giu. (LaPresse/AP) - L'esercito siriano ha intensificato l'offensiva militare contro le roccaforti ribelli a nord della capitale Damasco. Secondo quanto riferisce l'Osservatorio siriano per i diritti umani, tre bambini, tra cui due della stessa famiglia, hanno perso la vita in seguito ai bombardamenti sul distretto di Qaboun. I raid hanno causato hanno danni agli edifici e innescato degli incendi. Gli attivisti locali hanno scritto su Facebook che l'esercito ha dispiegato altri carri armati fuori dal distretto e che i bombardamenti hanno abbattuto alcuni edifici. Un ribelle, aggiunge l'Osservatorio, è stato ucciso nella vicina Barzeh, dove i combattenti dell'opposizione hanno respinto un attacco delle forze governative.

Secondo quanto riporta l'emittente libanese Al-Mayadeen, che ha giornalisti in territorio siriano, un ufficiale dell'esercito spiega che l'operazione è volta a tagliare le linee di rifornimento dei ribelli, separare i gruppi operativi sul territorio e mettere in sicurezza gli ingressi settentrionali verso la capitale. L'Osservatorio riferisce che Qaboun è stato attaccato da diversi lati, mentre i ribelli oggi hanno assaltato un'accademia di polizia nella vicina area di Barzeh.

Ieri, Salim Idris, generale dell'Esercito siriano libero (Esl), aveva annunciato che la formazione ha ricevuto nuove armi che rafforzeranno la posizione dei ribelli nella lotta contro Bashar Assad. Oggi tuttavia, intervistato da Associated Press via Skype, il portavoce di uno dei principali gruppi combattenti fuori da Damasco, la brigata al-Islam, riferisce che il suo gruppo non ha ricevuto nuove armi. L'uomo spiega inoltre che le forze governative stanno bombardando Barzeh dal monte Qasioun, sopra Damasco.

Intanto, nuovi violenti scontri sono scoppiati tra ribelli ed esercito siriano nella città Aleppo e nei suoi sobborghi, dove le forze armate governative hanno annunciato una nuova offensiva a inizio mese. Secondo gli attivisti, gli scontri sono avvenuti nei quartieri meridionali di Rashideen e Hamdaniya, e nei sobborghi occidentali. L'Aleppo Media Center riporta che a Rashideen i ribelli hanno cacciato i soldati da alcune parti del quartiere. Inoltre, una nota della coalizione dei gruppi ribelli riferisce che i combattenti stanno lanciando una nuova operazione per prendere il controllo dei quartieri occidentali. Alcuni video amatoriali mostrano intensi bombardamenti dei villaggi nell'area.