Siria, oltre 80 morti in violenti combattimenti nel nordovest

Fco

Roma, 20 dic. (askanews) - Più di ottanta persone sono state uccise da ieri in Siria nei violenti scontri tra forze del regime e gruppi armati nell'ultima grande roccaforte ostile a Damasco, nel nord-ovest del Paese. Lo indica un nuovo rapporto dell'Osservatorio dei diritti umani (Osdh).

Secondo l'ong, 51 tra jihadisti e ribelli hanno perso la vita nei combattimenti nella regione di Idlib, oltre ai 30 filoregime. Questi scontri mortali, che sono andati avanti da ieri sera, sono avvenuti in particolare vicino alla città di Maarat al Noomane, controllata dai jihadisti. Allo stesso tempo, le forze aeree russe, che sostengono le forze del regime, stanno bombardando le aree intorno a Maarat al-Noomane e alla vicina città di Saraqeb, secondo l'OSDH.

(fonte AFP)