Siria, Onu denuncia il pericolo per 3 milioni di civili in Idlib

Fth

Roma, 29 ago. (askanews) - Le operazioni di "antiterrorismo" di Damasco, sostenute dal suo alleato russo, non possono giustificare il pericolo per 3 milioni di civili nella provincia Nord-occidentale siriana, Idlib ultima roccaforte di ribelli e jihadisti contro il regime del presidente Bashar al Assad. Lo ha detto l'inviato dell'ONU per la Siria Geir Pedersen al Consiglio di sicurezza.

Su iniziativa del Belgio, del Kuwait e della Germania, l'organismo internazionale è chiamato a votare in una data da determinare una risoluzione che imponga la cessazione immediata delle ostilità nella Siria nord-occidentale e la protezione delle installazioni civili, compreso i presidi medici. Il testo, visionato dalla France Presse chiede anche un accesso umanitario senza restrizioni in tutta la Siria.(Segue)