Siria, Onu: mezzo milione di sfollati in due mesi nel Nord-Ovest

Coa

Roma, 4 feb. (askanews) - Mezzo milione di persone sono state sfollate in due mesi nella Siria nord-occidentale, dove il governo di Bashar al Assad e il suo alleato russo continuano un'offensiva contro jihadisti e ribelli: lo hanno annunciato oggi le Nazioni Unite.

"Dal primo dicembre, circa 520.000 persone sono state sfollate (...), la stragrande maggioranza di esse (80%) sono donne e bambini", ha detto ad Afp David Swanson, un portavoce dell'Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari.

Sostenuto dall'aviazione di Mosca, il regime di Damasco è impegnato da diverse settimane in un'offensiva che gli ha permesso di riconquistare diverse città della provincia di Idlib e dei suoi dintorni, ignorando l'accordo di tregua, rimasto lettera morta.(Segue)