Siria: Persone in fuga e ospedali chiusi, Msf fornisce assistenza -2-

red/Mgi

Roma, 11 ott. (askanews) - "La popolazione siriana ha già subito anni di guerra e precarietà e questi attacchi non potranno che peggiorare le loro condizioni e i loro traumi" dice Robert Onus, responsabile dell'emergenza MSF in Siria. "I servizi sanitari nel paese faticavano già prima a rispondere ai bisogni medici delle persone. Ora sfollati e feriti causati dai combattimenti metteranno ulteriore pressione sulle limitate risorse degli ospedali esistenti."

Nella città di confine di Tal Abyad, nel governatorato di Raqqa, i bombardamenti hanno costretto la maggior parte delle persone a fuggire, nel timore di perdere la vita. L'ospedale di Tal Abyad, che era supportato da MSF, è stato chiuso perché la maggior parte dello staff medico ha lasciato l'area insieme alle famiglie. Le équipe di MSF si sono trasferite per rispondere ai bisogni delle persone in altre parti della regione. Era l'unico ospedale pubblico nell'area, cruciale per rispondere ai bisogni medici delle persone in città e nelle aree circostanti.

(Segue)