Siria: Persone in fuga e ospedali chiusi, Msf fornisce assistenza -4-

red/Mgi

Roma, 11 ott. (askanews) - MSF è preoccupata anche per le migliaia di donne e bambini che vivono in campi come Al Hol e Ain Issa, ora ancora più vulnerabili perché alcune organizzazioni umanitarie sono state costrette a sospendere o limitare le proprie operazioni. Questo potrebbe lasciare migliaia di persone senza accesso ad aiuti cruciali e senza alcuna soluzione in vista.

MSF chiede a tutte le parti in conflitto in Siria nord-orientale di garantire la protezione dei civili, incluso lo staff medico e i loro pazienti. Le parti in guerra devono garantire la possibilità di fornire assistenza umanitaria salva-vita, comprese cure mediche imparziali, senza restrizioni e ovunque ce ne sia bisogno.

(Segue)