Siria, Radicali: civili a Idlib nella morsa di Assad e Putin

Red/Orm

Roma, 8 feb. (askanews) - "I 150mila cittadini di Idlib, nel nord-ovest della Siria a pochi chilometri dal confine con la Turchia, stanno subendo la tragedia che è già avvenuta in innumerevoli altre città siriane. Le truppe di Assad, con il supporto aereo di Putin, stanno distruggendo le infrastrutture, bombardando case, ospedali, fabbriche e tendopoli e annientano così quartiere per quartiere ogni possibilità di vita. Il tutto mentre Erdogan concentra le proprie truppe in loco per evitare l'avanzata e proteggere il territorio siriano da lui occupato. I civili di Idlib sono intrappolati in una morsa mortale" dichiara Igor Boni, Presidente di Radicali Italiani, che da 8 anni promuove l'appello "Assad all'Aja" (https://www.radicali.it/campagne/siria/) affinché la Corte penale internazionale intervenga di fronte ai crimini contro l'umanità perpetrati dall'esercito siriano diretto da Assad.(Segue)