Siria, regime riprende raid su roccaforte ribelle Idlib

Fth

Roma, 10 set. (askanews) - La provincia di Idlib nella Siria nordoccidentale, ultima enclave ribelle, è stata oggi teatro di incursioni aeree, nonostante il cessate il fuoco entrato in vigore dieci giorni fa, secondo quanto riferito da un portavoce dei ribelli e dall'Osservatorio siriano dei diritti umani, una ong che conta su una estesa rete di attivisti in tutto il Paese.

La Russia e le forze governative hanno dichiarato una tregua unilaterale il 31 agosto in una regione in cui due anni fa è stata creata una "zona di de-escalation" per risparmiare la vita a centinaia di migliaia di civili. Da allora, l'intenso bombardamento aereo sulla provincia, dove si trovano le ultime posizioni degli insorti, è cessato, ma i combattimenti a terra sono continuati. Mosca nega qualsiasi responsabilità per la ripresa delle incursioni aeree.(Segue)