Siria, repubblicani contro Trump per "vergognoso" abbandono curdi

A24/Pca

New York, 9 ott. (askanews) - L'incursione turca in Siria contro le forze curde appoggiate dagli Stati Uniti ha sollevato le proteste anche dei parlamentari repubblicani a Capitol Hill, già critici della decisione del presidente Donald Trump di rimuovere le truppe dal nord-est del Paese.

Il senatore Lindsey Graham e la deputata Liz Cheney (figlia di Dick, ex vicepresidente ed ex segretario alla Difesa), entrambi repubblicani e considerati fidati alleati di Trump, hanno criticato oggi la scelta del presidente. "Preghiamo per i nostri alleati curdi, che sono stati vergognosamente abbandonati dall'amministrazione Trump. Questa mossa assicura il riemergere dell'Isis" ha detto Graham, che si è messo alla testa di uno sforzo del Congresso "per far pagare un caro prezzo a Erdogan [il presidente turco, ndr]. Chiedo al presidente Trump di ripensarci finché è in tempo". Per Cheney, "è impossibile capire perché Trump stia lasciando che gli alleati dell'America siano massacrati, consentendo il ritorno dell'Isis".