Siria, Save the children: catastrofe umanitaria per migliaia persone -4-

Red/Fco

Roma, 6 feb. (askanews) - "Nel solo 2019 ci sono stati 85 attacchi a strutture sanitarie nella Siria settentrionale. Il primo mese del 2020 è stato in linea con questa spaventosa tendenza. L'escalation dei combattimenti ha costretto centinaia di migliaia di siriani a fuggire con le loro famiglie per vivere e trovare un posto sicuro. Dopo numerosi attacchi agli ospedali di Idlib, il nostro ospedale materno-infantile è rimasto l'unica struttura sanitaria funzionante nel giro di chilometri. È stata presa d'assalto da donne e bambini in cerca di assistenza medica urgente. Purtroppo, abbiamo dovuto sospendere la fornitura di cure mediche di emergenza ed evacuare i pazienti e il personale dalla struttura, dopo che un ospedale vicino è stato colpito da numerosi attacchi aerei alcuni giorni fa. C'è un urgente bisogno di supporto per le condizioni sanitarie critiche di donne incinte, madri e neonati nel nord-ovest della Siria. Gli effetti di questo conflitto sono devastanti per la popolazione civile. Donne e bambini, in particolare, sono a rischio e hanno bisogno di protezione immediata e servizi salvavita", ha detto Michelle Nunn, Presidente e Direttore Generale di CARE USA. (Segue)