Siria, Save the Children denuncia catastrofe umanitaria a Idlib -3-

Fco

Roma, 14 feb. (askanews) - "E' da anni che lanciamo l'allarme sulla catastrofe umanitaria in Siria, che si sta verificando proprio ora a Idlib. Quasi un quarto della popolazione, di cui l'80 per cento è costituito da donne e bambini, è stato costretto a fuggire dalle proprie case in poche settimane a temperature inferiori allo zero. Cosa succederà? Durante gli inverni precedenti, bambini e neonati sono morti quando il termometro è precipitato. I nostri partner sul campo ci raccontano di non avere mai visto nulla di simile alla velocità e alle dimensioni dell'attuale spostamento da Idlib, con convogli di veicoli che si estendono a perdita d'occhio. Chiediamo a tutte le parti in conflitto di ascoltare le richieste di un cessate il fuoco immediato. Sono in gioco le vite di migliaia di donne e bambini", ha detto Sonia Khush, direttore della Risposta all'Emergenza di Save the Children in Siria.

Save the Children chiede a tutte le parti di fermare questa guerra contro i bambini e di rispettare le leggi internazionali sui diritti umani e le leggi umanitarie internazionali che prevedono la protezione per i bambini in tempi di conflitto.