Siria, Save the Children: imminente disastro umanitario nel nord -2-

Red/Bea

Roma, 10 ott. (askanews) - "Anche se i combattimenti sono localizzati nelle zone di confine, abbiamo assistito allo sfollamento dai maggiori centri abitati verso le aree circostanti. Le persone sono spaventate e non possono prevedere quale sarà l'estensione delle operazioni militari in atto."

"Le città nelle quali ci troviamo sono tranquille oggi, ma c'è un'aria di forte sospensione e insicurezza nelle persone, per quello che potrà accadere. Si aggrappano alla speranza, per loro e per i loro bambini, che il conflitto non si estenda ad altre città." (Segue)