Siria, Save the Children: metà bimbi Idlib rischiano perdita scuola -3-

Ihr

Roma, 4 set. (askanews) - Come racconta Rasha, 12 anni, costretta a fuggire con la sua famiglia dalla violenza crescente "La vita prima della guerra, quando ero piccola, con la mia famiglia, era piacevole, buona e sicura. Ora è cambiata molto. Ho perso la persona più preziosa per me, mio padre, che era tutto per me. La guerra ha condizionato molto la mia istruzione, perché siamo sfollati e non ho più potuto frequentare la scuola in quella situazione. Quando sarò grande e diventerò un medico, voglio curare i bambini feriti e bisognosi."

Più di 500 persone, tra cui oltre 140 bambini, sono state uccise a Idlib dalla fine di aprile.(Segue)