Siria, Save the Children: un milione di persone in fuga da Idlib

Red/Coa

Roma, 4 mar. (askanews) - A causa dell'escalation del conflitto nella regione siriana di Idlib, quasi un milione di persone, di cui più della metà bambini, sono state state costrette a fuggire dalle loro case, abbandonando più del 45% del territorio del governatorato. Aree in cui un terzo delle abitazioni e delle infrastrutture civili sono state distrutte o gravemente danneggiate, rendendo così impossibile, in futuro, il ritorno a casa dei profughi. E' quanto riferisce Save the Children in un comunicato. Intere famiglie, per sfuggire alle violenze, si sono riversate nei campi profughi a nord di Idlib, che ad oggi risultano più che raddoppiati rispetto al 2017 in termini di dimensioni e di sovraffollamento. In questi campi le famiglie vivono in condizioni sempre più precarie in aree precedentemente destinate alle attività agricole, aggiunge l'associazione, spiegando che questo è lo scenario devastante e desolante che emerge da una inedita analisi delle immagini satellitari di Idlib, prima e dopo il conflitto.

L'analisi è stata diffusa oggi dall'Organizzazione internazionale che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro, dall'Harvard Humanitarian Initiative e da World Vision, a pochi giorni dal nono anniversario dell'inizio del conflitto in Siria, che cade esattamente il prossimo 15 marzo.(Segue)