Siria, strage di civili a Damasco. Oltre 30 morti e un centinaio i feriti

E’ ancora strage di civili in Siria. Secondo fonti governative locali è di almeno 31 morti e un centinaio di feriti il bilancio del doppio attentato suicida a Damasco. Un bilancio, che secondo l’Osservatorio siriano per i Diritti Umani sarebbe invece di circa 40 morti.

Due kamikaze si sono fatti saltare in aria nel palazzo di giustizia nel centro della capitale siriana e in un ristorante nella zona nord-occidentale. Secondo il capo della polizia il primo dei due attentatori si è presentato in Tribunale con indosso un’uniforme militare. Sabato scorso un altro attacco a Damasco, rivendicato dall’Isil, aveva provocato la morte di 40 pellegrini sciiti.

44+ killed and hundreds severely injured in #Damascus, #Syria in twin suicide bomb attacks on Iraqi pilgrims. Heartbreaking  pic.twitter.com/zuJjQr7X9x— Rehman Siddiq (@RehmanSid) 11 marzo 2017

La nuova strage arriva nel giorno del sesto anniversario dell’inizio della guerra in Siria. Una guerra tra le più crudeli, che va fermata il prima possibile, ha dichiarato l’inviato speciale Onu Staffan de Mistura. Il conflitto ha fatto oltre 400 mila morti siriani, tra cui tantissimi bambini, un milione di feriti, e quasi 5 milioni di rifugiati.

Syria. 6 years of war. 4.9 million refugees. You can help. Please consider supporting us today. https://t.co/SmR7YjMt6y pic.twitter.com/xasXkbTcXf— UN Refugee Agency (@Refugees) 15 marzo 2017

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità