Siria, Turchia combatte i curdi con jihadisti di al Qaida

Fth

Roma, 12 ott. (askanews) - La Turchia sta usando gruppi jihadisti dichiaratamente legati all'organizzazione terroristica al Qaida per fare la guerra alle forze curde nel Nord-est siriano. A provarlo è lo stesso gruppo che si fa chiamare Ahrar al Sharqiya che oggi afferma di far parte dell'Esercito Nazionale Siriano (NSA), un accozzaglia di brigate di ribelli siriani creata da Ankara non più tardi di due mesi fa probabilmente perché già aveva una sorta di via libera all'attacco di questi giorni da Mosca se non addirittura anche da Washington.

Proprio oggi, Ahrar Al Sharqiya ha annunciato tramite un suo comandante militare citato dal quotidiano al Quds al Arabi, che il suo gruppo è riuscito a prendere il controllo della cittadina al Irtwaziyah (circa 80 chilometri a nord di Raqqa nel nord-est siriano) che si trova sull'autostrda Aleppo-Qamishli, tagliando di fatto la stessa autostrada ed i rifornimenti di SDF (forze curde) dalla parte del governatorato al Haska".(Segue)