Siria, Turchia conferma "sospensione" offensiva contro i curdi

Fth

Roma, 17 ott. (askanews) - La Turchia ha confermato la sospensione della sua offensiva contro le forze curde nel Nord-est siriano avvertendo che non si tratta di un "cessate-il-fuoco" come ha annunciato il vice presidente americano Mike Pence ma solo per dare tempo alle forze curde di ritirarsi e per distruggere le loro armi. Lo ha detto il ministro degli Etseri turco, Mevlüt Çavusoglu.

"Sospenderemo l'operazione 'Fonte di Pace' per 120 ore di tempo al fine di permettere il ritiro di PKK/YPG, e la distruzione delle loro armi. Questo non è un cessate il fuoco", ha detto il capo della diplomazia di Ankara in una conferenza stampa tenuta ad Ankara come ha riportato l'agenzia Anadolu. YPg, è il nome delle Unita di Difesa del Popolo curdo siriano e PKK è l'aconimo del partito dei lavoratori del Kurdistan, entrambe accusate dalla Turchia di essere "gruppi terroristici",(Segue)