Siria, Tusk: non accetteremo mai le minacce di Erdogan

Milano, 11 ott. (askanews) - L'Europa non accetterà mai le minacce della Turchia. Lo ha detto con parole nette il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, rispondendo al Capo di Stato turco Erdogan che aveva reagito alla condanna dell'invasione della Siria da parte delle truppe turche, minacciando: "Vi manderemo 3,6 milioni di rifugiati".

"La Turchia deve capire che la nostra più grande preoccupazione è che le loro azioni possano provocare un'altra catastrofe umanitaria, che sarebbe inaccettabile. Nè mai potremmo accettare che i rifugiati possano essere usati come armi di ricatto nei nostri confronti". "Per questo- ha concluso Tusk - considero le minacce di ieri del presidente Erodgan totalmente fuori luogo".

Anche la Nato fa la sua mossa: il segretario generale Jens Stoltenberg ha in previsione un incontro con Erdogan. "La Turchia ha legittime preoccupazioni riguardo alla sua sicurezza, ma mi aspetto che agisca con moderazione", ha detto riassumendo la sua posizione.

Dalla Nato, ha ribadito la Turchia, ci aspettiamo forte solidarietà.