Siria, Unicef: nel 2019 già 1.792 gravi violazioni contro bambini -2-

Red/Orm

Roma, 21 nov. (askanews) -

Siria Nordorientale

Nel Nord Est della Siria, circa 74.000 persone - compresi 31.000 bambini - restano sfollati. Oltre 15.000 persone sono scappate nel vicino Iraq.

Almeno 10 bambini sono stati uccisi e 22 feriti a causa dei combattimenti. Ieri, altri 3 bambini sono stati feriti a causa di una bomba esplosa contro una scuola a Tal Abiad sud. Nella scuola vivevano 12 famiglie sfollate interne. Le ostilità hanno causato danni e chiusura di servizi essenziali di base che comprendono scuole, strutture sanitarie e idriche.

La recente ondata di sfollamenti si aggiunge alle oltre 91.000 persone che risiedono nei campi per sfollati, oltre il 90% degli sfollati interni sono donne e bambini.

Nel nordest della Siria vivono alcuni dei bambini più vulnerabili nel paese. Nei governatorati di Der-ez-Zor e Al-Hasakeh 1 bambino su 5 ha ritardi nella crescita, la media nazionale è di 1 su 8.

1,6 milioni di persone nel nordest del paese ha urgente bisogno di assistenza idrica e igienico-sanitaria e più della metà dei bambini non frequentano le scuole.

Circa 28.000 bambini stranieri di 60 paesi - di cui circa 20.000 dall'Iraq, sono intrappolati nel nord est della Siria, la maggior parte in campi per sfollati.

Almeno 250 ragazzi, anche di 9 anni, sono detenuti, anche se il numero reale potrebbe essere molto più alto. Questi bambini e decine di migliaia di bambini siriani stanno lottando per sopravvivere nonostante le terribili condizioni nei campi e nei centri di detenzione nell'area. Tutti sono estremamente vulnerabili e hanno bisogno di protezione da ulteriori pericoli e supporto psicosociale.

(Segue)