Siria, Unicef: proteggere i bambini e le infrastrutture -2-

red/Mgi

Roma, 11 ott. (askanews) - Alcune delle persone sfollate sembra si stiano dirigendo verso la città di Al Raqqa (90km a sud di Tal Abiad), mentre la maggior parte si sta dirigendo verso altre città comprese Ampuda, Al Derbasiya, Tal Tamer e Hassakeh (75 km circa a sud est di Ras al-Ain). Gli sfollati interni ad Hassakeh sono per la maggior parte ospitati dalle comunità locali, oltre che nei rifugi collettivi nelle scuole e negli edifici in costruzione.

Ad al Ras al-Ain, secondo le notizie ricevute, la stazione idrica di Alouk sarebbe stata attaccata ieri mattina presto (10 ottobre). La stazione fornisce acqua sicura ad almeno 400.000 persone nel governatorato di Hassakeh, compresi nei campi per sfollati. La stazione idrica non è più operativa a causa delle violenze. Lo staff tecnico e operativo non può accedervi per ripararla a causa delle ostilità in corso. (Segue)