Siria, Unicef: serve aiuto per 49.000 bambini nel campo di Al-Hol -3-

Sim

Roma, 17 lug. (askanews) - I bambini al campo di Al-Hol richiedono cure, protezione e assistenza salvavita, soprattutto con le alte temperature estive. "Migliaia di ragazzi e ragazze al campo di Al-Hol non hanno mai avuto la possibilità di essere soltanto dei bambini. Questi sono bambini! Meritano di ricevere cure, protezione, attenzione e servizi ai massimi livelli. Dopo anni di violenze, non sono desiderati, sono stigmatizzati dalle loro comunità locali o evitati dai loro governi", ha dichiarato Fran Equiza, Rappresentante Unicef in Siria, dopo una missione al campo di Al-Hol la scorsa settimana.

Nonostante sia le violenze nell'area sia l'afflusso di persone che arrivano ad Al-Hol stiano diminuendo, i bisogni umanitari restano critici, come l'accesso ad acqua sicura e l'assistenza sanitaria. "Stiamo lavorando con i nostri partner e donatori per garantire ai bambini assistenza salvavita immediata. Una goccia nell'oceano. È necessario fare molto di più per continuare a fornire ai bambini servizi di base e protezione fra cui il reintegro nelle loro comunità locali e un ritorno sicuro nei propri paesi di origine", ha aggiunto Equiza.(Segue)