Siria, visita di due giorni dei capi Unicef e Wfp -3-

red/Mgi

Roma, 5 mar. (askanews) - "I milioni di persone che hanno visto la propria vita distrutta dalla guerra non possono più permettersi un pasto regolare, con il tracollo dell'economia siriana negli ultimi mesi", ha detto David Beasley, Direttore esecutivo del World Food Programme (WFP). "Il WFP sta fornendo assistenza alimentare ad oltre 7,5 milioni di persone in Siria e nei paesi confinanti, che altrimenti sarebbero lasciati a se stessi. La Siria è un paese distrutto dalla guerra, più di ogni altra cosa, le persone hanno un disperato bisogno di pace".

Nel corso del loro viaggio, Fore e Beasley hanno visitato un scuola, un centro di distribuzione alimentare e un centro per la salute a Sinjar, a sud di Idlib e a 30 chilometri dalla linea del fronte. Hanno incontrato bambini che sono nati nel primo anno di guerra e che stanno cercando di recuperare anni di mancata istruzione; hanno parlato con una donna che ha perso la sua piccola fonte di reddito quando il conflitto l'ha costretta ad abbandonare la propria casa: ora la donna riesce a sfamare i suoi tre giovani fratelli disabili solo grazie all'assistenza del WFP. (Segue)