Siria, visita di due giorni dei capi Unicef e Wfp -5-

red/Mgi

Roma, 5 mar. (askanews) - Negli incontri con i funzionari governativi, Fore e Beasley hanno rinnovato l'impegno delle loro agenzie nell'aiutare i bambini e le famiglie più vulnerabili della Siria fornendo loro istruzione, nutrizione, salute, servizi di protezione e cibo.

Hanno altresì sottolineato l'importanza vitale di poter muovere personale e rifornimenti attraverso le linee di conflitto e i confini per raggiungere le popolazioni più bisognose: sono infatti 11 milioni le persone, di cui 5 milioni bambini, che hanno bisogno di assistenza umanitaria. I due funzionari hanno anche chiesto la protezione dei bambini, delle infrastrutture civili e la cessazione delle ostilità nel nord-ovest.

Fore ha inoltre parlato della necessità di affrontare la difficile situazione dei bambini stranieri nel nord-est, in linea con la Convenzione sui Diritti dei Bambini e gli interessi primari degli stessi. L'UNICEF e il WFP lavorano congiuntamente in Siria per aiutare a prevenire e curare la malnutrizione, rafforzare la raccolta di dati e fornire pasti a scuola per evitarne l'abbandono.