Siria, Zanni (Lega-Id): "Stop immediato flussi denaro Ue a Turchia"

Pol/Vlm

Roma, 11 ott. (askanews) - "Oggi i burocrati condannano le azioni militari turche, ma da tempo versano a Erdogan miliardi in fondi di preadesione e per la gestione dei flussi dei rifugiati. Tra il 2014-2020 l'Ue ha allocato alla Turchia 4,45 miliardi di euro per le riforme, per un totale di 9 miliardi considerando i fondi già versati nel 2007 per la convergenza alla media Ue. Oggi la proposta della Commissione europea per il nuovo Quadro Finanziario Pluriennale 2021-2027 aumenta la dotazione dei fondi IPA del 13%, passando da 12,8 a quota 14.5 miliardi, di cui circa la metà potrebbe essere attribuita alla Turchia". Così Marco Zanni, responsabile Esteri della Lega e presidente del gruppo ID all'Eurocamera.

"Peggiore la situazione rifugiati: a Erdogan 6 miliardi di euro dal 2016 per la gestione inefficiente delle crisi migratorie. Per finire, i finanziamenti della Bei: 30 miliardi nelle casse turche dal 2000. Se i burocrati di Bruxelles vogliono venire di nuovo a raccontarci la favoletta dell'export della Turchia approfondiscano meglio i dati. Il tanto declamato contributo di Erdogan agli scambi commerciali è irrilevante: un misero 4% a fronte della forte dipendenza turca dal mercato europeo, circa il 42%. È la Turchia ad avere enormemente bisogno dell'Europa e non il contrario!", conclude.