Siria, Zingaretti: subito moratoria a forniture armi alla Turchia

Gal

Roma, 15 ott. (askanews) - "Un appello al governo e alle istituzioni regionali e locali per azioni di solidarietà internazionale e a mettere in campo risorse". Lo ha rivolto Nicola Zingaretti, aprendo la Direzione nazionale del Pd, proponendo "una moratoria su tutte le forniture di armi alla Turchiua rendendo operativa e immediata l'indicazione venuta dai ministri degli Esteri Ue, sollecitando altri ministri europei a uscire da opache ambiguità".

Per il leader dem è inoltre "giusto chiedere a Onu e Ue ogni forma di pressione incluse misure sanzionatorie" e quanto all'operazione 'Active friends "una interruzione anticipata dell'impegno italiano".

"L'Italia ha da sempre un intenso rapporto politico ed economico con la Turchia. Vogliamo essere un paese amico ma gli amici hanno il dovere della sincerità e non possiamo tacere", ha sottolineato Zingaretti, secondo il quale "ogni paese è chiamato ad agire ma le istituzioni internazionali non possono sottrarsi alle loro responsabilità, non dobbiamo avere remore a dire che l'azione di Onu e Ue finora non è stata all'altezza della crisi siriana. Il Consiglio di sicurezza Onu è paralizzato e incapace di andare al di là di parole di condanna".