Sisma Centro Italia, Di Berardino a scuola Marchionne di Amatrice

Bet

Roma, 6 nov. (askanews) - "Nel processo di ricostruzione delle aree colpite dal sisma, la riapertura delle scuole ricopre un elemento strategico. La peculiarità sta nel fatto che si offre un servizio importante alle famiglie e ai ragazzi permettendo loro di continuare a vivere in questi territori. È qui che si ricostruisce il futuro di Amatrice, a partire dai cittadini di domani per tenere salda la comunità locale". Così l'assessore al Lavoro, Scuola e Politiche per la ricostruzione della Regione Lazio, Claudio Di Berardino, durante la cerimonia di intitolazione dell'istituto omnicomprensivo di Amatrice a Sergio Marchionne.

"L'intitolazione dell'istituto omnicomprensivo di Amatrice a Sergio Marchionne - spiega l'assessore - è il risultato virtuoso di tante componenti, in cui hanno giocato un ruolo fondamentale le donazioni, a partire naturalmente dalla Ferrari, ma anche di tanti altri privati come Ikea che ha arredato il convitto che ospita gli studenti che vivono nell'istituto. Insieme al lavoro delle istituzioni possiamo ora garantire il diritto allo studio ai ragazzi di Amatrice e delle aree limitrofe offrendo, attraverso l'istruzione, anche una leva sociale. Oltre alla scuola, tra gli asset strategici che stanno impegnando la Regione Lazio nell'opera di ricostruzione, vi sono il Lavoro, con il sostegno alle attività produttive e ai lavoratori, la Salute, con la progettazione del nuovo ospedale, e la Casa, attraverso il rifacimento delle abitazioni.

Tra le frasi di Sergio Marchionne che ritengo più significative - conclude Di Berardino - vi è questa: "Siate come i giardinieri, investite le vostre energie e i vostri talenti in modo tale che qualsiasi cosa facciate duri una vita intera o perfino più a lungo". Credo che questo sia il migliore dei messaggi che oggi possiamo dare agli studenti di Amatrice e dei territori colpiti dal sisma del 2106".