Sisma di grossa entità in Albania, con epicentro vicino a Tirana

Terremoto in Albania

L’Albania trema a causa di una grave scossa di terremoto da magnitudo 4.2. Il fenomeno ha avuto luogo a circa 25 chilometri a Nord Ovest dalla capitale, Tirana. Il sisma di oggi, 8 giugno 2020, arriva a 7 mesi dalle devastanti scosse del 26 novembre 2019, quando un terremoto di magnitudo 6.4 distrusse il Paese, provocando 51 morti e centinaia di feriti.

Terremoto da 4.2 in Albania

Questa nuova scossa di terremoto è stata comunicata alle ore 17.21 dai sismologi, che confermano la sua localizzazione tra Durazzo e Tirana. L’epicentro del sisma è situato a 1,4 chilometri da Durres, mentre l’ipocentro è identificabile a soli 6 chilometri di profondità. Per il momento non ci sono notizie circa morti e feriti né su eventuali danni alle abitazioni.

Pochi mesi fa, il 28 gennaio 2020, una scossa di terremoto da magnitudo 5, con epicentro a Durazzo, è stata avvertita sino a Tirana e Valona. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia aveva allora comunicato che nessun comune italiano si trovava entro i 20 km dall’epicentro, eppure sembra che il sisma si sia avvertito persino in Puglia.

Albania, zona ad alto rischio sismico

Purtroppo, secondo le stime i Balcani e l’Albania sono zona sismica dal 2014. Una ricerca internazionale aveva raccolto dati per mappare il pericolo terremoti in tutta Europa: il Paese si trova tra quelli a più alto rischio nel continente, assieme a Italia, Grecia e Bulgaria.

“Esiste una probabilità superiore al 20% di scosse di terremoto potenzialmente dannose in Albania nei prossimi 50 anni”, si legge sul sito sviluppato dal Global Facility for Disaster Reduction and Recovery (Gfdrr).